var tf_mobile_menu_trigger_point = 900;

 

 

 

 

 

LABORATORI

 

 

 

 

Il percorso di studi integra la didattica frontale con laboratori tematici mirati a sperimentare tecniche di lavorometodologie di analisi e pratiche di gestione di un progetto operativo. Costante è il contributo di esperti del settore e l’interazione con i centri di ricerca d’Ateneo. Per l’attività laboratoriale, mirata agli ambiti nevralgici del mondo della sicurezza prossimale e cyber, il Corso di laurea in Scienze della Difesa e della Sicurezza dell'Università degli Studi Link Campus University si avvale dei laboratori già attivi da diversi anni presso la sede di Roma replicandone i contenuti nella sede di Pozzuoli.

Esperti riconosciuti nei vari campi, con "competenze aperte", si confronteranno con gli studenti per migliorare le loro conoscenze e costruire scenari che tengano conto dei fenomeni "emergenti". L'integrazione fra didattica tradizionale e laboratori permette di trasformare il lavoro d'aula in un "lavoro comunitario", mettendo gli studenti al centro al fine di accrescere le loro potenzialità, migliorare il pensiero critico e le pratiche di cooperazione, offrendo allo studente la possibilità di mettersi alla prova in ambiti e contesti professionali altamente specializzati.

Una “nuova” Guerra fredda? Il sistema bipolare e il sistema unipolare a confronto

Il laboratorio si prefigge l’obiettivo di stimolare gli studenti all’analisi dei sistemi internazionali attraverso una metodologia comparata. Con l’aiuto del docente che alimenterà e modererà il dibattito, gli studenti saranno chiamati a individuare insieme le caratteristiche essenziali dell’ordine sorto dopo il collasso dell’Unione Sovietica, mettendole a confronto con gli elementi peculiari di quello che aveva caratterizzato la Guerra fredda. Partendo dall’analisi classica sulla distribuzione del potere e la distanza ideologica tra le unità del sistema, si cercherà di individuare le similitudini e le differenze tra il sistema bipolare e quello unipolare. Infine, si giungerà a discutere l’ipotesi della “nuova” Guerra fredda.

Laboratorio su imprese globali (spesso “invisibili”)

Il laboratorio ha l'obiettivo di approfondire le problematiche gestionali e sperimentare gli strumenti utilizzati dalle imprese globali con riferimento agli aspetti fiscali e finanziari a quelli legati alle transazioni intercompany.

Flussi migratori e sicurezza dello Stato

Le migrazioni, soprattutto quelle "irregolari" o "clandestine", sono ormai ben lungi dall’essere considerate un fenomeno esclusivamente socio-economico. Questione "meta-securitaria", la tematica dell’immigrazione si lega ad altri specifici temi come la minaccia all’ordine pubblico e alla sicurezza nazionale, tipica del mondo contemporaneo, agganciata ai traffici illeciti transfrontalieri, al crimine organizzato, al terrorismo internazionale, alla frammentazione sociale e all’instabilità politico-economica. Il Laboratorio intende affrontare in ottica comparata la questione del rapporto tra migrazioni e sicurezza, analizzando e approfondendo, sotto la guida di esperti delle principali istituzioni nazionali e internazionali, i concetti base e le soluzioni adottate in diversi contesti nazionali. Gli studenti saranno accompagnati dai docenti del Corso di Studi e da esperti del settore, nella elaborazione di specifici piani di gestione dell’immigrazione e la costruzione di modelli di organizzazione sociale compatibili.

Crime labs

Oltre alle materie di studio, il percorso offre un’esperienza pratica grazie ai laboratori criminologici, i CRIME LABs, che consentono ai nostri studenti di imparare attraverso la pratica quello che avviene nelle fasi di sopralluogo e raccolta delle tracce sulla Scena di un Crimine e di studiare la criminologia con particolare attenzione all’analisi di colui che delinque in quanto persona, con un approccio, quindi, antropologico, psichiatrico e psicologico. Questo percorso di formazione avanzata prosegue nelle fasi di successiva analisi dei protocolli e della catena di custodia, nell’analisi logica delle tracce e nel percorso dibattimentale durante il quale si formano le prove.

Il terrorismo tra oriente e occidente

Il Laboratorio sul Terrorismo parte da una considerazioni di base: l’occidente fatica a fare i conti con l’emergenza terroristica di matrice islamica. Al fine di integrare la conoscenza dogmatica generale con un approccio pratico, professionalmente qualificato, gli studenti, da un lato, si confronteranno con una base di dati relativi a indagini realmente condotte sulla fattispecie concreta, dall’altro, attraverso un incontro seminariale di studio, interagiranno con coloro i quali (magistrati, avvocati, esponenti delle forze speciali di investigazione ed esperti del settore) affrontano quotidianamente la sfida di un’azione efficace di contrasto e prevenzione del terrorismo.

Tecnologie e Sistemi Wireless

L'eccellenza tecnologica è essenziale per ottenere una posizione di importanza nazionale ed internazionale nei settori come l’Intelligence e la Sicurezza.
Il Laboratorio in Tecnologie e sistemi wireless si propone di mettere le proprie competenze al servizio di progetti in diversi settori quali Sicurezza territoriale, Apparati di Sicurezza, Sistemi e Infrastrutture, Formazione e Servizi di Supporto, l’offerta tecnologica è completata ed integrata dalle attività di formazione.

Scientific Intelligence Laboratory

SILAB Scientific Intelligence Laboratory è il laboratorio specializzato nelle Scienze criminologiche, comportamentali e applicate alle investigazioni e all'intelligence.
Le attività del  LAB sono strutturate in due aree di laboratori operativi e due installazioni fisse per l' analisi della scena del crimine. SILAB rappresenta l'unica realtà nel panorama accademico italiano che consente di lavorare sul reperimento e successiva analisi seguendo la catena corretta.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close